Chiamaci:

+390755270362

Contatto email:

info@spazio4.com

Category Archives: Finestre e porte finestre

Finestra in alluminio Metra NC 90 STH HES WS

dicembre 5, 2018 Finestre e porte finestre 0
Finestra in alluminio Metra NC 90 STH HES WS

Noi di Spazio 4 vi presentiamo la finestra in alluminio Metra NC 90 STH HES WS il primo sistema Made in Italy.

NC 90 STH HES WS è la prima finestra interamente in alluminio ad ottenere il prestigioso sigillo “Finestra Qualità CasaClima” nella classe Gold.

Dopo questa certificazione, ottenuta ben cinque anni fa, METRA, produttore italiano di sistemi per serramenti in alluminio, ottiene la Certificazione del Passive House Institute (PHI).

Il Passive House Institute (PHI) è un istituto di ricerca indipendente che ha svolto un ruolo particolarmente importante nello sviluppo del concetto di Passive House, l’unico standard energetico basato sulle prestazioni riconosciuto a livello internazionale nell’edilizia.

Finestra in alluminio Metra

I valori limite da rispettare per ottenere la certificazione per case passive situate nelle zone fredde-temperate, come l’Europa centrale, Regno Unito, Irlanda e Sud della Scandinavia, il Nord Italia Spagna e Nord America, sono i seguenti: Uw ≤ 0,80 W/m2K e Uw,inst ≤ 0,85 W/m2K, calcolati entrambi con un vetro imposto avente Ug ≤ 0,70 W/m2K; fRsi=0,25 m2K/W ≥ 0,70.

Per il sistema NC 90 STH HES WS sono stati verificati i valori calcolati per un elemento da 1,23 x 1,48 m Uw=0,79 W/m2K, Uw,inst ≤ 0,85 W/m2K con Ug = 0,70 W/m2K e fRsi=0,25 m2K/W ≥ 0,77.

finestra in alluminio Metra

Per ottenere questi risultati i tecnici hanno studiato una sezione ad hoc con profilati equipaggiati con astine in poliammide Low Lambda PA 6.6 25% 0,021 W/mK per il taglio termico con coestrusa una schiuma altamente isolante e un vetro triplo da 48 mm (stratigrafia 4/18/4/4/18/4) dotato di distanziatori isolanti Swissspacer Ultimate. Come indicando dal PHI nel certificato rilasciato, adottando vetri più performanti, la trasmittanza termica può scendere ulteriormente fino a Uw=0,70 W/m2K se si adottasse, ad esempio, un vetro da Ug=0,52 W/m2K.

Questa importante certificazione è dettata dall’esigenza di soddisfare le richieste di progettisti, imprese e serramentisti che sposano l’idea di casa passiva.

L’NC 90 STH HES WS è il precursore dei prodotti METRA. A breve altri sistemi saranno testati secondo le procedure per ottenere la certificazione Passive House.

Scopri di più sulle finestre NC 90 STH HES WS da Spazio 4 Serramenti

Spazio 4 Serramenti è partner ufficiale Metra, azienda leader in Italia e in Europa nella lavorazione e produzione di profilati in alluminio.

Scopri di più sulla finestra in alluminio Metra NC 90 STH HES WS  da Spazio 4 Serramenti. Vieni a trovarci nel nostro showroom, in Via Sandro Penna, 87, Perugia, oppure chiamaci allo 075 527 0362. Ti aspettiamo!

Pro e contro infissi in pvc, in legno e alluminio: quali scegliere?

novembre 21, 2018 Finestre e porte finestre 0
Pro e contro infissi in pvc, in legno e alluminio: quali scegliere?

Sei indeciso su quali infissi scegliere per la tua abitazione? Continua la lettura dell’articolo ti illustreremo le varie caratteristiche delle diverse tipologie.

Sei alle prese con la ristrutturazione della tua abitazione e dopo aver visto come scegliere la porta blindata è il momento della scelta degli infissi.

In commercio troviamo svariate tipologie di infissi da installare nella nostra abitazione. Al momento della scelta le opzioni non mancano di certo. 

Le soluzioni più interessanti sono gli infissi in PVC, legno o alluminio che offrono pro e contro a seconda delle esigenze in cui ci si ritrova.

In alcuni casi quella degli infissi in PVC può essere considerata la scelta migliore mentre in altri è consigliabile puntare su infissi in legno piuttosto che su infissi in alluminio.

Quali infissi scegliere

Come detto in apertura ogni soluzione presenta vantaggi e svantaggi più o meno marcati e, quindi, prima di procedere all’acquisto ed alla valutazione devi effettuare un’analisi approfondita delle esigenze al fine di determinare la soluzione più indicata ed effettuare l’acquisto migliore.

Infissi in Legno

Un tempo l’unica alternativa era il legno; oggi rappresenta un materiale piuttosto ricercato che, grazie a nuove tecniche di realizzazione, e all’utilizzo di vernici di buona qualità riesce a garantire un buon funzionamento per tanti anni. 

Il legno rappresenta un elemento d’arredo molto richiesto e garantisce un’elevata qualità estetica ai serramenti. 

Gli infissi in legno, grazie ad una trasmittenza piuttosto bassa, risultano particolarmente isolanti dal punto di vista termico, quindi, soprattutto se del giusto spessore, si rivelano ottimi alleati per un risparmio energetico.

Sappi che il legno è un materiale delicato soprattutto per e finestre che risultato esposte costantemente al sole ed agli agenti atmosferici senza particolari protezioni. Devi verniciarlo periodicamente al fine di proteggere il materiale stesso e conservare l’eccellente resa estetica garantita da questa particolare tipologia di infisso.

Per conservare tutte le sue proprietà devi trattare e nutrire il legno con prodotti specifici che aiuteranno l’infisso ad avere una lunga carriera, riducendo al minimo i possibili problemi legati all’usura.

Un infisso in legno richiede, quindi, un importante investimento, sia in termini economici che di manutenzione, ma presenta tante qualità che possono renderlo l’opzione migliore per gli infissi.

Infissi in Alluminio

Al giorno d’oggi uno dei materiali più utilizzato per la produzione dei serramenti di vario tipo è l’alluminio; un materiale metallico leggero e versatile che si adatta a tante soluzioni differenti, sia di dimensioni piccole che estese.

Il vantaggio principale dell’alluminio è la sua capacità di resistere bene alle intemperie e, quindi, si differenzia come un materiale durevole sotto tanti punti di vista.

Questa tipologia di serramento richiede poca manutenzione e, di conseguenza, può risultare particolarmente indicata nel caso non hai tempo per dedicarti alla manutenzione dei serramenti.

Purtroppo l’alluminio è uno scarso isolante, sia dal punto di vista termico che acustico, ed un infisso realizzato esclusivamente con questo materiale non garantirà prestazioni soddisfacenti. Per questo motivo l’alluminio viene spesso combinato con un isolante collocato all’interno dell’infisso che ha lo scopo di migliorare gli aspetti in cui questo materiale risulta deficitario.

L’alluminio può essere combinato con il legno per creare degli infissi “ibridi” in grado di unire i vantaggi di questi due materiali radicalmente differenti.

I prezzi delle finestre in alluminio possono aumentare in modo significativo quando si ha la necessità di minimizzare gli svantaggi di questo materiale. Spesso, infatti, per garantire un buon livello di isolamento risulta necessario ricorrere all’utilizzo di vetri a doppia camera, un elemento sicuramente molto utile ma che comporta un ulteriore incremento del prezzo per questa tipologia di infissi.

Infissi in PVC

Il PVC è un materiale plastico estremamente versatile e completo in grado di caratterizzarsi come una delle soluzioni più interessati, sotto diversi punti di vista, per la realizzazione dei serramenti di una casa.

Gli infissi in PVC garantiscono un buon livello di isolamento acustico e termico che, soprattutto in alcune situazioni, come zone molto rumorose o molto fredde, rappresenta una caratteristica molto importante.

I serramenti in PVC possono essere realizzati con finiture e verniciature piuttosto differenti tra loro e, quindi, risultare particolarmente adatti alle più svariate esigenze di design di una casa.

Per esempio, con l’utilizzo di apposite pellicole, è possibile realizzare infissi in PVC in grado di garantire una resa estetica molto simile al legno.

Un altro vantaggio del PVC è rappresentato dalla manutenzione. Questa particolare tipologia di infissi è piuttosto facile da conservare nel tempo. La pulizia non richiede l’utilizzo di materiali specifici e gli agenti atmosferici non risultano particolarmente dannosi per i serramenti. I serramenti in PVC si caratterizzano per un’eccellente durabilità negli anni, riducendo al minimo anche i possibili costi per una manutenzione straordinaria.

Questa tipologia di finestre non ha prezzi troppo elevati e l’utilizzo di questo materiale per realizzare infissi di varie tipologie non comporta un esborso troppo elevato.

Gli infissi in PVC potranno essere utilizzati per diversi anni continuando a garantire un buon fattore di isolamento ed una piacevole resa estetica.

Quali infissi scegliere: conclusioni

Come avrai dedotto leggendo questo articolo ogni materiale può presentare vantaggi o svantaggi rispetto ad un altro. Prima di effettuare la scelta devi prenderti un po’ di tempo per valutare con estrema attenzione.

Analizza i pro e i contro sopra elencati, valuta la spesa legata ad ogni soluzione e ricorda quali di queste tipologie ha bisogno di più tempo per la manutenzione.

Gli infissi, a prescindere dal materiale in cui sono realizzati, saranno utilizzati per molti anni e il loro acquisto rappresenta un momento fondamentale per la costruzione o la ristrutturazione della casa. PVC, legno ed alluminio, come visto, offrono tanti aspetti positivi che però vanno rapportati sempre e comunque alle esigenze dell’abitazione in cui si vive. 

Chiedi consiglio ai professionisti di Spazio 4 Serramenti

Per ulteriori info o richieste vieni a trovarci nel nostro showroom, in Via Sandro Penna, 87, Perugia, oppure chiamaci allo 075 527 0362. Ti aspettiamo!

Quanto tempo tenere le finestre aperte per cambiare aria

ottobre 17, 2018 Finestre e porte finestre 0
Quanto tempo tenere le finestre aperte per cambiare aria

La domanda che tutti noi ci poniamo è: quanto tempo tenere le finestre aperte per cambiare aria?

Sai benissimo che aprire le finestre e ricambiare l’aria negli ambienti chiusi è importantissimo per ossigenare l’aria e migliorare la qualità della vita.

Durante il giorno diverse attività quotidiane come cucinare, fare il bucato o il bagno, ma anche solamente respirare, provocano la formazione di umidità all’interno delle tue mura domestiche.

C’è un grosso rischio che si corre: i circa 20 l di vapore acqueo che si producono ogni giorno finiscono per accumularsi sulle tue finestre e pareti, causando spesso e volentieri condensa e muffe, antiestetiche e dannose per la salute.

La soluzione che puoi adottare è quella di arieggiare correttamente gli ambienti e cambiare aria in casa. Vediamo insieme come.

Quanto tempo tenere le finestre aperte

Solitamente la presenza di muffe si verifica per la mancata ventilazione, ma non è escluso il caso contrario. Arieggiare troppo la stanza infatti potrebbe provocare l’insorgere dello stesso problema: il vapore acqueo presente nell’aria riscaldata, proveniente dai locali limitrofi, potrebbe depositarsi sulla superficie fredda dei muri dando luogo a sua volta alla formazione di condensa. Lasciare le finestre aperte troppo a lungo, inoltre, causerebbe inutili perdite di energia, aumentando del 25% i vostri costi di riscaldamento.

Ma quindi quanto tempo bisogna tenere le finestre aperte?

E’ difficile stabilire quanto tempo bisogna tenere aperte le finestre; dipende da molteplici fattori come la presenza di vento, di correnti o una forte differenza di temperatura interna ed esterna.

Inoltre bisogna tener conto del tempo necessario che serve per far fuoriuscire l’aria viziata presente nella tua abitazione, a seconda del tipo di apertura utilizzata.

Indicativamente possiamo così riassumere: in caso di apertura a battente durante l’inverno saranno necessari circa 1-5 minuti mentre in estate la durata aumenterà, arrivando fino a 30 minuti.

Se l’apertura è a ribalta invece, affinché ci sia un efficace ricircolo d’aria, i tempi saranno sicuramente più lunghi e andranno dai 30 minuti in inverno alle 3 ore in estate.

Alcuni consigli per prevenire danni alla struttura ed inutili perdite di energia

Ricordati di arieggiare le stanze tutte le mattine: l’aria esterna, anche in caso di pioggia, risulterebbe più asciutta di quella presente all’interno della tua abitazione.

Inoltre, dato che le finestre di nuova generazione isolano fortemente la casa, diversamente da quanto accadeva con le vecchie finestre e i loro spifferi, è consigliabile scegliere modelli dotati di microventilazione, in grado di mantenere un corretto ricircolo d’aria.

In alternativa puoi ricorrere ad aeratori, cioè sistemi in grado di garantire ambienti salutari e ben arieggiati anche in caso di forte umidità.

Grazie a questi piccoli consigli riuscirai ad arieggiare la tua abitazione senza grosse perdite di energia evitando anche la formazione di muffe e condensa.

Chiedi consiglio ai professionisti di Spazio 4 Serramenti su quanto tempo tenere le finestre aperte.

Per ulteriori info o richieste vieni a trovarci nel nostro showroom, in Via Sandro Penna, 87, Perugia, oppure chiamaci allo 075 527 0362. Ti aspettiamo!

Perché scegliere una finestra scorrevole

ottobre 10, 2018 Finestre e porte finestre 0
Perché scegliere una finestra scorrevole

Arredare casa non è mai semplice; scegliere le finestre è ancora più difficile.

In questo articolo vi illustriamo perché scegliere una finestra scorrevole.

Se hai la possibilità di godere di spazi enormi e di un bellissimo panorama puoi pensare di far risaltare la bellezza estetica con un infisso adatto.

Al giorno d’oggi le finestre scorrevoli stanno diventando sempre più comuni soprattutto per l’interno delle abitazioni e dei locali che sono dotati anche di ambienti esterni.

Perché scegliere una finestra scorrevole

Di seguito ti mostro dei buoni motivi per scegliere una finestra scorrevole:

  • Possono ridurre lo spazio d’ingombro;
  • Possono ampliare la visuale sul panorama, attraverso ampie vetrate, eliminando le barriere create dai serramenti ed infissi comunemente utilizzati;
  • Possono dare l’impressione a chi guarda che non vi siano confini visivi tra interno ed esterno.

Le finestre scorrevoli, dall’apertura facile e veloce, sono eccellenti per ambienti che si affacciano su terrazzi e giardini. Grazie alle ampie vetrate permettono una notevole entrata di luce e, all’occorrenza, un maggiore passaggio d’aria

Questa tipologia di finestre dona una percezione di continuità tra interno ed esterno.

Grazie all’adozione di una finestra scorrevole viene favorita una migliore connessione tra la tua casa e lo spazio esterno.

Comodità delle finestre scorrevoli

Le finestre scorrevoli, normalmente, sono finestre piuttosto grandi ma nonostante ciò presentano diversi vantaggi. Sono maneggevoli, stabili e durano nel tempo, inoltre garantiscono un’ottima sicurezza e non necessitano di operazioni di manutenzione costanti.

Gli infissi scorrevoli consentono inoltre di installare ampie vetrate e ottenere una maggiore luminosità in casa. Grazie alla loro struttura questa tipologia di finestre non ingombrano l’interno di un’abitazione.

Ricapitoliamo qui di seguito i vantaggi delle finestre scorrevoli:

  • Manegevolezza;
  • Duratura;
  • Manutenzione,
  • Sicurezza,
  • Luminosità,
  • Dimensioni.

Sistemi di scorrimento delle finestre

Puoi trovare, in commercio, diverse tipologie di finestre scorrevoli in base alla loro apertura:

  • Scorrimento verticale;
  • Scorrimento orizzontale.

Inoltre lo scorrimento può essere:

  • In linea;
  • Traslante;
  • Alzante;
  • A scomparsa.

Le finestre scorrevoli in linea sono quelle classiche che scorrono su due binari paralleli.
Quelle a scorrimento traslante
invece hanno un’anta fissa che si trova allineata con l’altra fino a quando un movimento traslante sposta verso l’interno l’anta mobile, uscendo dal telaio e scorrendo sopra la parte fissa.

Lo scorrimento alzante viene utilizzato principalmente per larghezze superiori a 170 cm e per aperture di grandi dimensioni. Le ante scorrono facilmente e sono leggere da spostare.
Le finestre scorrevoli a scomparsa, infine, hanno la caratteristica di scorrere in modo completo all’interno di una parete lasciandola libera.

Scegliere una finestra scorrevole significa donare tantissimi vantaggi alla tua abitazione oltre che personalizzarla con stile.

Come puoi vedere si hanno tantissimi vantaggi nella scelta delle finestre scorrevoli.

Leggendo questo semplice articolo hai capito quali sono i vantaggi per la scelta di una finestra scorrevole. Hai ancora qualche dubbio?

Chiedi consiglio ai professionisti di Spazio 4 Serramenti su come scegliere la finestra scorrevole

Per ulteriori info o richieste vieni a trovarci nel nostro showroom, in Via Sandro Penna, 87, Perugia, oppure chiamaci allo 075 527 0362. Ti aspettiamo!s

Detrazioni fiscali 2018: quali sono e come richiederle

settembre 28, 2018 Finestre e porte finestre, Porte e porte blindate 0
Detrazioni fiscali 2018: quali sono e come richiederle

Sei intenzionato a sistemare la tua abitazione facendo dei lavori di sostituzione degli infissi? Devi sapere che è possibile accedere alle detrazioni fiscali 2018. Vediamo insieme come funzionano le detrazioni fiscali e chi può accedervi.

Anche per l’anno in corso è possibile effettuare la sostituzione e l’installazione degli infissi e delle finestre beneficiando della detrazione della spesa al 50% grazie al bonus ristrutturazione.

Per usufruire di questa agevolazione dovrai prestare molta attenzione sia al tipo di infisso o di finestra che andrai ad installare, sia alle modalità di pagamento e dovrai conservare i documenti che poi andranno riportati per il 50% nella dichiarazione dei redditi.

Detrazioni fiscali 2018: ecco come funzionano

Andiamo con ordine e vediamo tutti i requisiti per ottenere questo bonus beneficiando della detrazione delle spese.

Il bonus infissi (o bonus finestre) è un’agevolazione fiscale che consente di beneficiare di una detrazione IRPEF del 50% delle spese sostenute per l’acquisto e l’installazione di nuovi infissi e finestre.

La detrazione che ti spetta è del 50% sia che si tratti di un intervento di ristrutturazione, sia che si tratti di un intervento volto al miglioramento dell’efficienza energetica.

Conseguenza delle novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2018 è che dal 1 Gennaio le spese per finestre, caldaie, schermature solari non beneficiano più di una detrazione pari al 65% ma del 50% anche se l’intervento è inteso come un miglioramento dell’efficienza energetica.

detrazioni fiscali finestre 2018

Detrazioni fiscali 2018: come usufruirne

Per ottenere il riconoscimento del bonus devi effettuare il pagamento delle nuove finestre tramite bonifico parlante o bonifico online bancario che indichi la legge di riferimento, i dati del beneficiario e la causale.

Per usufruire del bonus infissi devi inviare un’apposita comunicazione ENEA 2018 entro 90 giorni dalla fine dei lavori.

Una volta effettuato il pagamento, secondo le modalità previste dalla legge, devi conservare tutta la documentazione attestante l’intervento per almeno 10 anni.

La prima quota del bonus infissi va dichiarata con il modello 730/2019 o il modello Redditi 2019.

Quali spese sono detraibili con il bonus infissi 2018

Le spese detraibili con il bonus infissi 2018 al 50% sono:

  • interventi per rafforzare, sostituire o installare cancellate o recinsioni;
  • interventi per installare grate sulle finestre o per la loro sostituzione;
  • interventi per la sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci, spioncini;
  • interventi per installare rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti;
  • saracinesche;
  • tapparelle metalliche con bloccaggi;
  • vetri antisfondamento;
  • telecamere per la videosorveglianza;
  • sistemi di rilevazioni per prevenire atti illeciti.

Possono beneficiare del bonus anche i seguenti interventi:

  • allargare le finestre;
  • riparazione o sostituzione di davanzali di finestre e balconi;
  • sostituzione senza modifiche della tipologia di infissi.

Bonus infissi 2018 come richiederlo e come dichiararlo

Per richiedere la detrazione del 50% delle spese devi:

  • inviare la comunicazione di inizio lavori alla ASL tramite raccomandata A.R.
  • effettuare il pagamento tramite bonifico parlante, cioè che attesti tutti gli interventi effettuati, o bonifico online bancario, da cui devono risultare la causale del versamento, il codice fiscale del beneficiario e del destinatario del pagamento.

Per dichiarare il bonus finestre invece devi:

  1. indicare nella dichiarazione dei redditi:
    • i dati catastali identificativi dell’immobile;
    • gli estremi di registrazione dell’atto di acquisto.
  1. Conservare i seguenti documenti:
    • concessioni, autorizzazioni o comunicazioni inizio lavori;
    • domanda di accatastamento nel caso l’immobile non sia stato ancora censito;
    • ricevute IMU;
    • delibera condominiale se le spese riguardano parti comuni di edifici residenziali;
    • dichiarazione di consenso all’esecuzione dei lavori se questi non sono eseguiti dal proprietario;
    • comunicazione data inizio lavori alla ASL;
    • fatture e ricevute attestanti le spese;
    • ricevute dei bonifici di pagamento.
  1. Effettuare la comunicazione all’ENEA entro 90 giorni dalla fine dei lavori.

Seguendo queste semplici dritte sarai in grado di accedere alle detrazioni fiscali 2018 per la sostituzione o la riqualificazione dei tuoi infissi.

Chiedi consiglio ai professionisti di Spazio 4 Serramenti su come accedere alle detrazioni fiscali 2018

Per ulteriori info o richieste vieni a trovarci nel nostro showroom, in Via Sandro Penna, 87, Perugia, oppure chiamaci allo 075 527 0362. Ti aspettiamo!

Come pulire l’alluminio in 3 semplici step

settembre 14, 2018 Finestre e porte finestre 0
Come pulire l’alluminio in 3 semplici step

Sei alla ricerca di un utile consiglio su come pulire l’alluminio ma non sai da dove cominciare? Non preoccuparti, siamo qui per aiutarti.

L’alluminio è quel metallo non ferroso molto duttile di color argento. In natura si trova allo stato puro ed è impiegato per la fabbricazione di migliaia di prodotti diversi.

Dalla bottega o impresa artigiana all’industria aerospaziale passando per il settore della chirurgia medica, delle costruzioni e dei trasporti, non c’è comparto dove l’alluminio non sia presente.

Leggerezza, durata e resistenza sono le caratteristiche principali di questo metallo che si presta ai più svariati impieghi.

Come ben sai l’alluminio è un metallo che richiede una manutenzione costante per mantenere inalterate le sue qualità nel tempo.

Gli infissi in alluminio delle nostre porte e finestre, così come le ringhiere presenti nelle nostre abitazioni sono costantemente esposti alla polvere; sia perché si trovano a contatto con sorgenti di calore, come caloriferi che spostano aria calda dal basso verso l’alto, sia perché sono in comunicazione con l’ambiente esterno.

Se sei alla ricerca di una guida utile per la pulizia dell’alluminio di seguito ti spiegheremo come fare.

Come pulire l’alluminio

Per la pulizia dell’alluminio bisognerà avere a portata di mano:

  • Una bacinella con acqua pulita
  • Detergente neutro, solido o liquido
  • 2 Panni morbidi
  • Una spugna o un pannospugna

Per effettuare la pulizia ti consigliamo di non utilizzare né detergenti acidi, che potrebbero intaccare il metallo, né pagliette di ferro che, anche se efficaci per rimuovere eventuali macchie o corpi esterni, potrebbero graffiare l’alluminio.

Come pulire l’alluminio in 3 semplici step

Per ottenere un buon risultato con il mimino sforzo consigliamo di seguire questi 3 semplici step:

Step 1

come pulire l'alluminio

Scegli un panno morbido che non perda pelucchi. Inumidisci il panno con

l’acqua pulita della bacinella e passalo direttamente sugli infissi e/o ringhiere. In questo modo andrai a togliere lo sporco superficiale senza lasciare tracce e senza graffiare il metallo. 

Step 2

Aggiungi nella bacinella qualche goccia di detergente liquido neutro e agita leggermente fino a creare una soluzione uniforme. Inumidisci la spugna e passala sugli infissi e/o ringhiere, avendo cura di osservare l’eventuale presenza di prodotto in eccesso che andrà rimosso.

prodotti per pulire alluminioPassa il panno umido sugli infissi e/o ringhiere con un movimento dall’alto verso il basso. Questo sistema evita che l’acqua sporca o insaponata vada a finire nelle zone appena pulite.

In alternativa al detergente liquido puoi utilizzare delle scaglie di sapone di Marsiglia o del bicarbonato di sodio.

Ricordati di utilizzare acqua tiepida.

Step 3

Una volta passato il panno umido su tutta la superficie, utilizza il panno asciutto per asciugare con cura e per evitare il formarsi di aloni

In caso di resistenza delle macchie è consigliato pulire l’alluminio almeno due volte l’anno. Se la zona dove viviamo è costiera oppure particolarmente esposta allo smog occorrerà procedere con pulizie più frequenti.

Questo semplice accorgimento eviterà il formarsi di macchie.

E se le macchie persistono?

Se nonostante tutta la tua attenzione si dovessero formare delle macchie, può essere opportuno rimuoverle utilizzando un detergente ad ammoniaca miscelato con acqua.

Indossa dei guanti in lattice, inumidisci una spugna e applica il detergente sulla macchia facendo movimenti delicati e circolari. Fatto ciò pulisci con un panno umido e asciuga con un panno morbido.

In caso di macchie particolarmente resistenti può essere utilizzata la cera d’api come questa che trovi acquistabile su Ebay; quest’ultima ti consente di agire sulla macchia senza rischio di graffiare l’alluminio.

Chiedi consiglio ai professionisti di Spazio 4 Serramenti su come pulire l’alluminio

Speriamo che i nostri consigli su come pulire l’alluminio di casa in 3 semplici mosse siano stati utili.

Per ulteriori info o richieste vieni a trovarci nel nostro showroom, in Via Sandro Penna, 87, Perugia, oppure chiamaci allo 075 527 0362. Ti aspettiamo!

Spazio 4 Serramenti aderisce al gruppo Saint-Gobain Italia

giugno 15, 2018 Finestre e porte finestre 0
Spazio 4 Serramenti aderisce al gruppo Saint-Gobain Italia

Spazio 4 Serramenti è lieta di annunciare una grandiosa novità: l’adesione al prestigioso gruppo internazionale Saint-Gobain, leader mondiale nell’edilizia sostenibile, specializzato nella produzione di materiali innovativi per l’edilizia moderna.

Il Gruppo Saint-Gobain

Il Gruppo Saint-Gobain, oggi presente in 67 paesi del mondo, fu fondata nel 1665 per volere di Re Luigi XIV per realizzare la Galleria degli Specchi della Reggia di Versailles di Parigi.

Oggi, per il settimo anno consecutivo, è tra le prime 100 aziende più innovative al mondo secondo la classifica Top 100 Global  Innovator di Clarivate Analytic.

Il Polo Materiali Innovativi di Saint-Gobain, leader nel mondo per le Attività del Vetro Piano e per i Materiali ad Alte Prestazioni, offre una gamma unica di materiali e processi per i mercati dell’habitat e dell’industria.

Spazio 4 Serramenti partner di Saint-Gobain

Spazio 4 Serramenti diventa partner ufficiale di Saint-Gobain nella fornitura di vetri dalle elevate prestazioni e dai massimi standard qualitativi, per offrire sempre ai propri clienti progetti che rispettano le loro esigenze, destinati a durare nel tempo e ad offrire un comfort termico, acustico e una prestazione estetica unica e distintiva.

Scopri di più sull’adesione di Spazio 4 Serramenti al Gruppo Saint-Gobain

Spazio 4 Serramenti diventa ufficialmente partner di Saint-Gobain nella fornitura, ai propri clienti, di progetti che prevedono l’integrazione di vetrate. Qualità, eccellenza e alte prestazioni contraddistinguono i vetri Saint-Gobain che, da oggi, caratterizzeranno tutte le realizzazioni firmate Spazio 4 Serramenti.

Scopri di più sulla nostra partnership. Vieni a trovarci nel nostro showroom, in Via Sandro Penna, 87, Perugia, oppure chiamaci allo 075 527 0362. Ti aspettiamo!

Tutti i vantaggi delle finestre in legno alluminio

maggio 11, 2018 Finestre e porte finestre 0
Tutti i vantaggi delle finestre in legno alluminio

La propria abitazione è il posto in cui ci si sente sicuri, ed è giusto prendersi cura di essa scegliendo i prodotti e i materiali più appropriati.

E’ il momento della scelta dei materiali a risultare, molto spesso, per i consumatori una fase di estremo disorientamento e indecisione tra l’eleganza dell’uno e l’efficacia dell’altro ma nessun problema!

Entra in gioco Spazio 4 Serramenti per garantire al cliente l’equilibrio perfetto tra eccellenza dei materiali, innovazione e sicurezza.

A tal proposito vogliamo affrontare oggi la tematica dei vantaggi delle finestre in legno alluminio, un infisso davvero molto particolare che, grazie alla sua struttura, riesce a regalarci tutti i pregi dell’alluminio uniti al fascino del legno.

La scelta del materiale fa la differenza

Il principale motivo per cui oggi le aziende hanno sperimentato dei nuovi sistemi e modelli misti è che essi sono in grado di soddisfare le differenti e molteplici richieste dei propri clienti.

La combinazione legno-alluminio risulta, infatti, essere il prodotto innovativo più venduto negli ultimi anni, allora andiamo a scoprire insieme il perché.

Stiamo parlando di due materiali estremamente diversi sia a livello di caratteristiche fisiche, sia a livello di qualità: la raffinatezza e la ricercatezza del legno da una parte; la consistenza e la praticità dell’alluminio dall’altra.

La creazione migliore per abbattere i limiti dei singoli e aumentare la resa di entrambi!

I vantaggi delle finestre in legno alluminio: punti a favore

Dall’unione di due materiali opposti e lontani, nasce la soluzione migliore ed efficace sotto ogni punto di vista. Di seguito scopriamo il perché.

  • vantaggi delle finestre in legno alluminioEstetica: l’eleganza ed il calore del legno impreziosiscono il design della nostra casa.
  • Resistenza: la durezza dell’alluminio posta esteriormente permette di sfruttare al meglio la sua resistenza verso gli agenti atmosferici. Il legno, d’altra parte, ne intensifica le capacità isolanti.
  • Sicurezza: l’elemento di anti-effrazione dell’alluminio garantisce una maggiore sicurezza allo sfondamento degli infissi.
  • Manutenzione: il legno, essendo inserito all’interno dell’abitazione, non rischierà di essere usurato tanto quanto avverrebbe se posto esternamente. L’alluminio richiede una minor manutenzione conservando la bellezza degli infissi.
  • Risparmio energetico: notevole riduzione dei costi e maggior benessere termico.
  • Facile installazione: ideale per dare un tocco di creatività alle proprie finestre personalizzandole con diverse forme .

Scopri tutti i vantaggi delle finestre in legno alluminio da Spazio 4 Serramenti

A questo punto la scelta dovrebbe essere molto più semplice del previsto.

Scegli la qualità. Affidati a professionisti!

Rivolgiti a info@spazio4.com per info e preventivi sulle nostre finestre in legno alluminio oppure chiamaci allo 075 527 0362 e lasciati consigliare il sistema misto più adatto alle tue esigenze. Ti aspettiamo!

Che cos’è un frangisole fotovoltaico?

aprile 23, 2018 Finestre e porte finestre 0
Che cos’è un frangisole fotovoltaico?

Le facciate continue degli edifici, così come i serramenti, rappresentano un perfetto canale di passaggio per la luce solare. In tal senso, i frangisole vengono spesso applicati in corrispondenza degli infissi per controllare meglio la luce e il calore in ingresso.

Che cos’è un frangisole fotovoltaico? Se al sistema del frangisole uniamo l’applicazione di pannelli fotovoltaici, otteniamo un elemento schermante in grado anche di produrre energia grazie allo sfruttamento delle radiazioni solari.

Oggi, allora, vogliamo parlarvi del frangisole fotovoltaico Metra, partner di Spazio 4 Serramenti nella fornitura di schermature solari fotovoltaiche e leader in Europa per la lavorazione di profilati in alluminio.

frangisole fotovoltaicoCome funziona il frangisole fotovoltaico Metra

Una schermatura solare fotovoltaica consente di usufruire al meglio dell’apporto di luce solare, regolandola in base al momento della giornata e al periodo dell’anno, evitando, così, il surriscaldamento degli ambienti nei mesi estivi e consentendo un uso efficiente dell’illuminazione naturale nei mesi invernali.

Il Sistema Metra per frangisole fotovoltaico consente l’applicazione di pannelli fotovoltaici laminati, non intelaiati, di spessore fino a 8 mm, larghezza 350 mm e lunghezza personalizzabile in base alle caratteristiche del progetto.

Le facciate continue con frangisole fotovoltaico Metra

Il sistema Poliedra-Sky di Metra consente la realizzazione di facciate continue di qualsiasi forma e dimensione, sia dal punto di vista funzionale che estetico, con la progettazione anche di coperture, piramidi e verande.

La possibilità, poi, di inserire moduli trasparenti, ciechi, vetrati o pannellati rende questo sistema adatto a qualunque esigenza architettonica e ideale per tutti i pannelli fotovoltaici.

Tali facciate, se arricchite con il sistema frangisole, diventano una componente attiva dell’involucro edilizio, che unisce comfort ed estetica a risparmio energetico e sostenibilità ambientale.

Tutti i vantaggi del frangisole fotovoltaico Metra

frangisole fotovoltaicoDa mero sistema schermante, il frangisole si è trasformato oggi in elemento di forte impatto estetico a tutti gli effetti, progettato per arricchire la facciata di un edificio non solo dal punto di vista progettuale ma anche funzionale.

I frangisole fotovoltaici sono sicuramente tra i sistemi schermanti più innovativi. La necessità di costruire in maniera responsabile e con una particolare attenzione all’ambiente ha portato alla progettazione di dispositivi che non assolvessero solo la funzione primaria di creare ombreggiamento e schermatura ma che unissero anche quella di creazione di energia elettrica da fonte solare.

La fusione del sistema di facciata con il frangisole fotovoltaico Metra dà luogo, dunque, ad un elemento architettonico completamente nuovo, ecosostenibile e ad alto contenuto di design.

Scopri di più sulle sul frangisole fotovoltaico Metra da Spazio 4 Serramenti

Spazio 4 Serramenti è partner ufficiale Metra, azienda leader in Italia e in Europa nella lavorazione e produzione di profilati in alluminio, nonché nella produzione di applicazioni fotovoltaiche applicabili a schermature solari.

Scopri di più sul frangisole fotovoltaico Metra da Spazio 4 Serramenti e rendi unico il tuo progetto architettonico. Vieni a trovarci nel nostro showroom, in Via Sandro Penna, 87, Perugia, oppure chiamaci allo 075 527 0362. Ti aspettiamo!

Come pulire le tapparelle di plastica in 3 semplici mosse

aprile 13, 2018 Finestre e porte finestre 0
Come pulire le tapparelle di plastica in 3 semplici mosse

come pulire le tapparelle di plasticaTenere in ordine i serramenti contribuisce a dare un aspetto pulito e ordinato alla casa. Per questo è opportuno, di tanto in tanto, effettuarne una manutenzione accurata.

Le tapparelle, a tal proposito, sono gli elementi dell’infisso che tendono a sporcarsi più facilmente perché a costante contatto con gli agenti atmosferici.

Lavarle in profondità di tanto in tanto è un’operazione più semplice di quello che credete. Ecco, allora, la nostra guida su come pulire le tapparelle di plastica in 3 semplici mosse, per donare un aspetto curato e ordinato alla vostra abitazione.

Che cosa vi occorre

Per pulire accuratamente le vostre tapparelle in plastica vi occorrono pochi prodotti, che probabilmente avrete già in casa:

  • Pennello
  • Panno in microfibra o elettrostatico
  • Spugna
  • Acqua calda
  • Sapone di Marsiglia
  • Aceto

Per la pulizia del lato interno non avrete problemi, basterà posizionare degli stracci per non sporcare o bagnare il pavimento sottostante, stessa cosa per il lato esterno se affaccia su di un balcone.

Se, però, la finestra è priva di balcone, dovrete ripulire il lato esterno della tapparella dall’interno, smontando il cassettone che la contiene, facendo la massima attenzione a non cadere.

  1. Rimuovete tutta la polvere accumulata

La prima mossa da compiere sarà quella di rimuovere tutta la polvere in eccesso accumulata sulla tapparella e per farlo vi basterà passare un pennello abbastanza grande oppure un panno in microfibra o comunque elettrostatico, che cattura lo sporco.

A tapparella chiusa questo passaggio sarà piuttosto semplice da effettuare anche sul lato esterno. Se non si dispone di accesso facile all’esterno (come, appunto, un balcone) basterà smontare il cassettone per pulirla accuratamente anche sull’altro lato.

Per evitare di graffiarsi sarà bene munirsi di guanti.

  1. Lavate accuratamente

A questo punto potete passare al lavaggio vero e proprio con una soluzione di acqua calda, sapone di Marsiglia e un goccio di aceto, se le tapparelle sono in plastica o metallo. Se, invece, sono in legno, basterà preparare un mix di acqua calda e sapone di Marsiglia e procedere con una spugna a lavare bene le tapparelle, insistendo dove lo sporco è più ostinato.

  1. Risciacquate abbondantemente

Dopo aver insaponato per bene la tapparella, lasciate agire il sapone per una decina di minuti e poi procedete risciacquando abbondantemente con acqua calda, muniti di spugna.

Potete lasciar asciugare le vostre tapparelle al sole, certi che ora saranno super pulite.

In alternativa al metodo classico potete ricorre anche al lavaggio a vapore con l’apposita pistola, altrettanto efficace e più rapido.

Et voilà! Basterà seguire la nostra guida su come pulire le tapparelle di plastica per averle come nuove. Non ci resta che augurarvi buone pulizie!